progetti di trasformazione urbana urbAM

Un tracciato geometrico lineare mette in risalto la corrispondenza del luogo pubblico con il monumento maggiore, la Chiesa dei Santi Francesco e Sebastiano. Quest’area occupa tutta l’estensione dello spazio, dalla facciata della chiesa sino alla corte che le si oppone. Dell’edificio sacro riprende la dimensione dello spessore e la misura delle scansioni delle sue campate. La piazza, è così anche sagrato della Chiesa.


Il tracciato principale è articolato quindi per fasce, in parte pavimentate, in parte trattate a prato. Le fasce ‘a verde’ vogliono ricordare il carattere rurale del territorio su cui si è formata e vive la comunità di Garbatola: vogliono farlo non solo nella materia (attraverso la presenza del verde, del prato, dell’acqua e degli alberi) ma anche nel tracciato che rimanda all’immagine dei campi agricoli e all’alternarsi delle diverse colture.

Quest’immagine convive con il disegno di arredi di gusto moderno e contemporaneo, improntato ad un minimalismo discreto, più che all’esibizione di forme incongrue ed insolite. La fontana storica, tutt’ora al centro della piazza, viene recuperata e, svuotata, e’ sistemata in uno dei prati. Diviene così un’ampia seduta, anch’essa trattata a verde. Una nuova fontana, che incorpora anche la funzione monumentale e il ricordo dei partigiani, è progettata sul lato opposto della piazza rispetto alla chiesa.

1   2    3

Architettura Area MetropolitanaAAM_homepage.html
(back)
urbAM.htmlurbAM.htmlshapeimage_2_link_0

urbAM

archiAM

intAM

structAM